Perché dōTerra

cb0996df38ebc782b7eeb44edcafa3c9

Nell’autunno del 2014, mia sorella mi ha inoltrato una mail dopo averla ricevuta da un’amica. Si trattava di un corso di un massaggio (in realtà non è un massaggio, ma una tecnica di sfioramento) chiamato AromaTouch Technique. Avevo già fatto alcuni corsi di massaggio, ma imparare una tecnica con gli oli essenziali mi sembrava una cosa moooolto interessante; ciliegina sulla torta, in una giornata di corso avrei avuto anche un Certificato! Normalmente quando devo prendere una decisione, ci penso, ci ripenso….ma in questa occasione (il corso era due giorni dopo!) ho chiamato e mi sono iscritta. Che giornata!! Quante cose ho scoperto sugli oli essenziali (e non solo) e che tecnica incredibile…..uno sfioramento semplice, abbinato agli oli, capace di lavorare in profondità (provare per credere) e…… che incredibile profumo! Che sensazione! Mai provata una cosa simile! Alla fine del corso ho desiderato fortemente di avere la casa piena di quegli oli! Un desiderio così forte che assomigliava più ad una determinazione e che sentivo in ogni fibra.

Come mai? Non era certo la prima volta che usavo oli essenziali…..ne avevo comprati anche poco prima di partecipare al corso…..ma, cosa era successo?? Dove
stava la differenza? Perché avevo quella sensazione? Una volta tornata a casa ho tirato fuori i vari oli che avevo comprato in precedenza e con la famiglia intorno (marito, figli, sorelle, fratello, genitori, zia….), abbiamo fatto alcuni esperimenti…..erano diversi, eravamo tutti d’accordo, ma perché?

Ci sono alcune cose importanti da sapere sugli oli essenziali:

  • sia che io usi un olio essenziale topicamente (direttamente sulla pelle), aromaterapicamente (in diffusione, come profumo, inalato direttamente dalla boccetta….) o che io lo ingerisca, quest’olio entrerà in circolo nel mio corpo, quindi se è indicato per “uso esterno”…..come lo uso?? Qualunque uso io ne faccia, è sempre interno!
  • produrre un olio essenziale di ottima qualità, non è così semplice.
  • la qualità della materia prima è di fondamentale importanza e dipende dal suolo, dall’aria, dal clima, da come viene coltivata e raccolta. Il tutto deve essere assolutamente libero da sostanze inquinanti, tossiche o nocive in qualunque modo.
  • la lavorazione è un altro fattore cruciale. Sono di grande importanza i tempi. Il raccolto deve essere fatto al momento giusto ed anche la lavorazione (ad esempio, la lavanda deve essere lavorata entro 6 ore dal momento del raccolto).
  • il posto in cui vengono coltivati fa una grande differenza. Ad esempio l’olio essenziale di limone prodotto dai frutti della Florida, ha una percentuale di limonene (“principio attivo” principale) molto più bassa di quello ottenuto dai limoni della Sicilia (dove li prende doTERRA) e questo fa una grande differenza. Mentre uno è un buon “profumo”, l’altro ha effetto terapeutico il che lo rende disintossicante, anti infiammatorio, antisettico, ecc…
  • se un’azienda compra materia prima o oli essenziali prodotti da terzi non può garantire fino in fondo quello che propone.
  • un olio Puro e di Grado Terapeutico può essere usato con più tranquillità (anche coi bambini) e il dosaggio normale è di 1-2 gocce e se usato con criterio, non ha effetti collaterali.

doTERRA ha creato una certificazione (CPTG – Certificato Puro di Grado Terapeutico) che viene controllata e verificata da terze parti e che garantisce che gli oli sono assolutamente puri, ovvero non contengono altro che olio essenziale. E’ una certificazione che va oltre il biologico. In più, questa certificazione, garantisce che la composizione chimica di quell’olio è tale da renderlo “terapeutico”, il che significa che funzionano sempre, che se userò la lavanda sarà effettivamente anti-infiammatoria, antisettica, antispasmodica, analgesica, sedativa, ecc…

CPTG_orange_lg

Ecco la differenza! Purezza e Grado Terapeutico! E si sente!!

1a1ae43