Metodi di estrazione

Gli oli essenziali vengono estratti principalmente per spremitura a freddo e per distillazione in corrente di vapore.

Spremitura a freddo

Gli oli essenziali derivati dagli agrumi si ricavano normalmente per spremitura a freddo della scorza (senza la parte bianca). Gli agrumi vengano inseriti in alcune macchine che comprimono la scorza e fanno aprire le ghiandole oleifere dei frutti, dalle quali esce l’essenza mista ad acqua, che verrà separata in un secondo momento. Per dare un’idea della resa, per 1kg di olio essenziale di Limone serve la buccia di circa 3000 limoni.

cold-press-1

Distillazione in corrente di vapore

É il metodo d’estrazione usato per la maggior parte degli oli. Nel sito http://www.erboristeriacosmetici.it/blog/come-si-estraggono-gli-oli-essenziali/ ho trovato una chiara descrizione del procedimento:

“Nella distillazione a vapore si utilizzano dei distillatori (alambicchi, per la precisione) il cui funzionamento è particolarmente semplice. La pianta da cui viene estratta l’essenza si trova all’interno di un contenitore con le sembianze di un cestello; il cestello viene inserito in un contenitore pieno d’acqua che viene fatta bollire. Il contenitore con il vegetale non deve entrare a contatto con l’acqua, o l’olio vegetale potrebbe venire danneggiato.

L’essenza passa invece tramite il vapore acqueo, che la estrae dalla pianta e va a trasportarla in un altro contenitore pieno di acqua gelida. Qui il vapore viene refrigerato e si trasforma subito in acqua: è proprio in questo momento che appare l’olio.

L’olio essenziale che era contenuto nel vapore, infatti, si separa dall’acqua e va a galleggiare sulla superficie. L’olio viene quindi fatto defluire, separatamente dall’acqua, ed è pronto per essere versato nelle classiche botticine di vetro scuro.”

Per avere un’idea, per 1 kg di olio essenziale di Lavanda servono circa 160 kg di sommità fiorite e 3 tonnellate di foglie e fiori di Melissa per circa 450 ml di olio essenziale.

distillation_ANG

Estrazione con solventi

C’è un altro metodo usato per estrarre gli oli, che però viene utilizzato dove proprio non se ne può fare a meno. Si tratta dell’estrazione con solventi (normalmente alcol). DoTERRA lo utilizza solo per gli OE di Gelsomino e di Rosa e il procedimento richiede un laborioso e costoso procedimento per ripulire l’olio da ogni sostanza residua e riportarlo alla purezza originale. Per dare un’idea della resa, ci vogliono 12.000 fiori di Rosa per una sola boccetta da 5 ml.