Oli essenziali per guarire le generazioni

Oggi è il primo di novembre, giorno in cui ricordiamo in maniera particolare i nostri cari che non sono più con noi fisicamente; un giorno difficile per molti di noi, spesso l’occasione in cui riaffiorano ricordi di esperienze più o meno piacevoli. Quanti legami e quanto passato portiamo con noi!

In questa occasione, desidero condividere con voi alcuni oli essenziali che ci possono essere di grande aiuto per arricchire e migliorare la nostra vita attingendo dal passato, cosa non sempre facile.

Provengono della famiglia degli abeti e più precisamente l’abete bianco (White Fir) l’abete di Douglas (Douglas Fir) e l’abete siberiano (Siberian Fir); in questo momento desidero parlarvi del loro meraviglioso aspetto emozionale. Assicuratevi di utilizzare un olio certificato puro per godere dell’energia e della vibrazione della pianta.

White Fir

L’olio essenziale di abete bianco è considerato “l’olio della guarigione generazionale”;  spesso attribuiamo sintomi fisici, emozionali e mentali ad un’eredità dei nostri antenati. E’ comune sentire espressioni tipo: “Ne soffriva anche mia mamma, l’ho ereditato da lei”, oppure mio papà, la nonna, lo zio… Molte volte, invece, possono essere i problemi economici o sociali: “E’ un orso come sua nonna”, oppure: “Ha le mani d’oro come sua madre” o “Ha le mani bucate come suo padre”, cose che ci portiamo dietro come eredità. L’olio di abete bianco ci aiuta a superare problemi creati da abitudini e tradizioni che passano da una generazione all’altra. Alcuni schemi possono essere positivi e vanno conservati, mentre altri sono negativi e distruttivi e vorremmo eliminarli. L’abete bianco tira fuori questi ultimi dal profondo dell’anima, dall’inconscio, in modo che possiamo elaborarli e dà un supporto nell’interrompere, risolvere, contrastare le abitudini negative che ci impediscono di crescere.

Douglas Fir

L’abete di Douglas è un abete originario del nord America. L’olio essenziale ottenuto, a livello emozionale, è considerato “l’olio della saggezza generazionale” e ha caratteristiche simili all’abete bianco. Entrambi sono un valido supporto per chi vuole liberarsi delle tradizioni distruttive passate di generazione in generazione e ci aiuta a vivere secondo la nostra coscienza ed i nostri valori lasciando andare abitudini negative. Insegna che ogni generazione può essere il dono di una nuova vita, di crescita e di nuovo inizio. Aiuta ad imparare dall’esperienza degli altri, specialmente da quella di familiari e antenati. Incoraggia il rispetto per l’eredità ancestrale dei propri antenati. Ricorda la saggezza che puoi ottenere imparando dal passato, specialmente da chi è più anziano, più saggio e ha più esperienza.

Siberian Fir

Jade Balden in un articolo in cui parla dell’abete siberiano, scrive: “Per me l’abete bianco insegna a rilasciare il bagaglio generazionale, ma l’abete siberiano non insegna solo questo, ci incoraggia a non creare un bagaglio per i nostri figli….. L’abete siberiano ci invita a vedere la “perfezione” o il significato e lo scopo di ogni capitolo della nostra vita. Quando guardiamo i periodi spiacevoli passati della nostra vita sentendo pace e accettazione, allora siamo guariti.”

Oggi ho pensato al grande potere e compito che abbiamo di essere un filtro, eliminando ciò che abbiamo ereditato e che non è utile né per noi, né per coloro che ci stanno intorno e né tanto meno per i nostri figli ed esaltando invece tutto ciò che di buono portiamo con noi come eredità di generazioni. Quanto mi sento grata!! Tutte chiavi per una vita sempre più ricca.

Buon primo novembre!

Alla prossima 🙂

Claudia

P.S.: da un paio di mesi doTERRA, per diverse ragioni, ha sostituito il White Fir con il Siberian Fir che ha caratteristiche molto simili.

Bibliografia: Emotions & Essential Oils (ed. Enlighten), Balance your Emotions with essential oils – Thorsten Weiss


 

Lascia un commento